Taurasi

L'unico vino del meridione d'Italia a Denominazione d'Origine Controllata e Garantita è il robusto Taurasi, prodotto nella sola provincia di Avellino nelle colline che circondano l'omonima cittadina a nord-est del capoluogo e in altri 16 comuni limitrofi.

Nasce da uve Aglianico almeno all'85 per cento, con la possibile aggiunta del restante 15 per cento proveniente da vitigni a bacca rossa autorizzati.

I più usati sono Piedirosso, Barbera e Sangiovese, anche se diversi produttori preferiscono usare l'Aglianico in purezza.

I vigneti autorizzati si devono trovare tutti sui fianchi delle colline e sono esclusi dalla D.O.C.G. quelli impiantati nei fondovalle.

La resa massima per ettaro consentita dal disciplinare è di 100 quintali di uva e la resa dell'uva in vino non deve essere superiore al 65 per cento al termine del periodo di invecchiamento obbligatorio.

Questo deve durare, presso il produttore, almeno tre anni, di cui uno in botti di legno (di solito di grande capacità e in rovere di Slavonia).

La versione "Riserva" del Taurasi, che deve avere una gradazione alcolica minima di 12,5º contro i 12º di quella normale, invecchia più a lungo, almeno quattro anni prima di essere posta in commercio, di cui uno e mezzo in botte.

l Taurasi ha colore rosso rubino carico con riflessi aranciati che si fanno mattone con l'invecchiamento. Profumo complesso con sentori di sottobosco, di ciliegia marasca, di viola e di spezie.

Gusto asciutto e completo che con l'invecchiamento perde la tannicità iniziale diventando rotondo, morbido, elegante e completo.

Può invecchiare 12 anni e più.